In Viaggio con un Levriero


Viaggi a quattro zampe

E’ ormai tempo di vacanze e conviene avere le idee chiare su come poter viaggiare in sicurezza con il proprio amico a quattro zampe. Vediamo di esaminare diverse possibilità di viaggio.

AUTO:

Il codice della strada (art. 169) consente di trasportare liberamente un cane di piccola taglia o un gatto a patto che non costituisca pericolo o impedimento per chi guida (anche se è consigliabile l’uso del trasportino). Con più di un animale a bordo o con un cane di grossa taglia (sopra i 25 Kg) occorre predisporre, tra il vano bagagli e l’abitacolo, l’apposita rete divisoria.
Alcuni consigli:

  • Non lasciate che il cane viaggi sporgendosi dal finestrino: i colpi d’aria potrebbero causargli otiti e congiuntiviti.
  • Evitate, nelle otto ore che precedono il viaggio, di far mangiare il cane/gatto.
  • Lungo il percorso effettuate delle soste per consentire all’animale di bere, fare i propri bisogni e sgranchirsi le zampe (sempre tenendolo al guinzaglio).
  • In estate non lasciate MAI l’animale all’interno dell’auto in sosta, anche se per brevissimo tempo: i colpi di calore possono essere fatali.
  • Se il vostro amato soffre di mal d’auto, rivolgetevi al vostro medico veterinario di fiducia per eventuali prescrizioni per affrontare meglio il viaggio.

MEZZI URBANI

Su autobus urbani ed extraurbani, metro e tram, i cani sono ammessi purché con museruola e guinzaglio (di solito in ragione di uno per ogni viaggiatore); i piccoli animali domestici di altre specie devono essere chiusi in ceste od altri imballaggi sicuri; i cani guida per non vedenti viaggiano gratis.

Sui TAXI possono viaggiare animali di piccola taglia; cani di grossa taglia possono essere rifiutati.

 

TRENI

Secondo il regolamento di Trenitalia per il trasporto di animali, su tutti i treni esclusi gli Eurostar, i cani di piccola taglia, i gatti e gli animali da compagnia sono ammessi gratuitamente nell’apposito trasportino (di dimensioni non superiori a 70x50x30 cm).
I cani di qualunque taglia con museruola e guinzaglio sono ammessi sugli Intercity e sugli Espressi, a pagamento, nell’ultimo scompartimento dell’ultima carrozza di seconda classe, mentre non sono ammessi sugli Eurostar.
Il posto di fronte al viaggiatore con il cane non è prenotabile da altri clienti, ma può comunque essere occupato da un altro viaggiatore che tolleri la presenza dell’animale.
Sui regionali devono viaggiare sulla piattaforma o nel vestibolo dell’ultima carrozza, ma non nelle ore di punta del mattino, dalle 7 alle 9 e sempre a pagamento.
Nelle cuccette e nei vagoni letto, i cani di qualunque taglia salgono solo se si prenota l’intero compartimento.
I cani-guida per ciechi sono ammessi gratuitamente su tutti i treni senza alcun vincolo.
Per tutti, comunque, una regola di garanzia: i proprietari dei cani dovranno sempre essere in grado di esibire il certificato di iscrizione all’anagrafe canina secondo la normativa in vigore sia al momento dell’acquisto del biglietto per l’animale, ove previsto, sia in corso di viaggio.

 

NAVE E TRAGHETTO

Per il trasporto in nave o traghetto non esistono norme valide universalmente. È quindi opportuno informarsi presso l’Agenzia Viaggi che emette il biglietto sulle condizioni stabilite dalla Compagnia di Navigazione riguardo il trasporto. Per cani e gatti in genere il passaggio nave è gratuito; può, però, essere vietato l’accesso alle cabine ed altre aree riservate ai passeggeri, così come può essere richiesta la loro sistemazione in spazi a loro riservati.
I cani devono essere muniti di guinzaglio e di museruola.
I gatti viaggiano in ceste o gabbiette
e solitamente viene richiesto un certificato veterinario di vaccinazione antirabbica e attestante che l’animale non è affetto da malattie.

 

AEREO

Di norma, in aereo, gli animali viaggiano nel bagagliaio (in vano pressurizzato) posti, a cura del passeggero, in un contenitore resistente e sicuro, con fondo assolutamente impermeabile, provvisto di un’apertura per una sufficiente aerazione e di dimensioni adeguate alle proporzioni dell’animale.
Il passeggero deve fornire il cibo necessario all’animale durante il viaggio e deve essere in possesso di tutta la documentazione sanitaria, nonché dei relativi permessi richiesti dalle competenti Autorità dei Paesi d’imbarco, transito e sbarco dell’animale.
Su richiesta del passeggero possono essere accettati animali come bagaglio a mano, in gabbia o contenitore, solo su prenotazione e pagamento di supplemento per eccedenza bagagli.
Nel caso di accettazione in cabina, oltre a quanto sopra specificato, devono essere rispettate le seguenti condizioni: può essere imbarcato un solo contenitore per ogni compartimento di cabina, l’animale non deve emanare odore sgradevole, il passeggero deve avere personalmente cura dell’animale durante tutto il volo, al momento dell’imbarco l’animale deve già essere stato rinchiuso nel contenitore, durante il volo l’animale deve rimanere nel contenitore (per i cani si tollera che essi tengano la testa fuori dal contenitore purché muniti di museruola ed a condizione che ciò non ne renda possibile l’uscita).


Il trasporto di cani guida per ciechi e per sordi, a condizione che tale menomazione sia comprovata da certificato medico, è gratuito.
Per tali cani non è necessario il contenitore, nel caso di trasporto in cabina, purché essi siano muniti di museruola e guinzaglio.

Non resta che decidere la destinazione e il mezzo più opportuno: buon viaggio!

  • Image 1

© 2020 Flex. All Rights Reserved. Powered by Aplikko